Nel 1988 il nostro amico Ferruccio Pilenga insieme al suo Terranova Mas (pochi sanno che il Terranova che vedete nel logo della S.I.C.S. è tratto da una vera foto di Mas il Terranova di Ferruccio) iniziava la realizzazione di un sogno… riuscire con il suo cane a salvare delle persone in mare…

Ferruccio, affascinato e rapito dal mare e dalle sue leggende, voleva inventare qualcosa di importante… qualcosa di utile… qualcosa di bello… e ci è riuscito… lui “marinaio” di Seriate (Bergamo) è a tutti gli effetti il Comandante Pilly… il Comandante della più grande organizzazione nazionale dedita alla preparazione degli ormai famosi “CANI BAGNINO”.

Da un manipolo di appassionati  la Scuola ha fatto passi da gigante grazie alla collaborazione tecnica di amici come Corrado Gamberini, Comandante di Unità Navali della Guardia Costiera e di Fabrizio Cuneaz, inventore della “presa a delfino” nota a tutti i brevettati e brevettandi… e poi di tutti gli amici che nel tempo sono arrivati alla Scuola…

Ognuno di loro ha lasciato un piccolo “mattoncino” utile alla costruzione del più serio e professionale brevetto per Unità Cinofile da Salvataggio al Mondo.

Quindi le prove di brevetto che troverete qui descritte sono il frutto dell’esperienza e della dedizione che i nostri cani e noi abbiamo messo per la realizzazione di un sogno… un sogno divenuto realtà… un sogno che si chiama…

S. I. C. S.
SCUOLA ITALIANA CANI SALVATAGGIO

Il brevetto SICS è l’unico riconosciuto dal Ministero dei Trasporti e della Navigazione ed è anche l’unico brevetto che permette l’accesso dei cani in spiaggia. Le unità cinofile della SICS sono inoltre le uniche che collaborano ufficialmente con la Guardia Costiera e la Capitaneria di Porto e vengono imbarcate sulle loro unità navali.

 

 

215736_1016999795599_9438_n

Quale cane scegliere

Terranova, Labrador, Pastore Tedesco… quale sarà il bagnino a quattro zampe ideale? Dell’atavica vocazione al salvataggio nautico del Terranova si parla da tantissimo tempo e questo enorme cagnone nero è sicuramente considerato il cane bagnino per antonomasia ma la nostra esperienza ci permette di affermare che ci sono anche razze alternative perfettamente adatte allo scopo…

 

 

foto_2

Equipaggiamento

Non si può parlare in maniera esauriente di salvataggio in acqua se non si affronta l’aspetto dell’equipaggiamento dell’Unità Cinofila. Anche in questo caso si parla di Unità Cinofila perchè un minimo di materiale è richiesto sia per il cane che per chi lo conduce. Tale materiale, oltre a garantire la sicurezza di entrambi i componenti dell’Unità Cinofila, serve ad aumentarne l’operatività…

 

DSC_7907

Preparazione

Le Unità Cinofile dovranno essere in grado di operare con il totale controllo del cane in ogni situazione sia in acqua che a terra. Per ottenere questo risultato è determinante il lavoro svolto a terra soprattutto durante la stagione invernale.
In sede di esame la Commissione valuterà anche le capacità di controllo e gestione del cane che non dovrà assolutamente intralciare l’operato del conduttore…

 

 

1080_168695013270583_433149840_n

Esame di brevetto

Per poter diventare Unità Cinofile SICS abilitate al salvataggio in acqua è richiesta la conoscenza delle nozioni base di pronto soccorso e rianimazione oltre che l’esecuzione, con esito positivo, di alcune prove pratiche, che permetteranno alla Commisione esaminatrice di vagliare l’idoneità o meno della futura Unità Cinofila…
E non è finita qui perchè ogni anno il brevetto va rinnovato, pena la decadenza!

 

 

543457_300597806746969_576544410_n

Diritti e doveri

Il Brevetto SICS è riconosciuto dal Ministero dei Trasporti e della Navigazione e permette di accedere alle spiagge italiane con il proprio cane in qualità di Volontari di Protezione Civile, quindi per svolgere un’attività socialmente utile che prevede però anche degli obblighi ben precisi che è bene siano noti fin da subito…