PREPARAZIONE

Le Unità Cinofile dovranno essere in grado di operare con il totale controllo del cane in ogni situazione sia in acqua che a terra. Per ottenere questo risultato è determinante il lavoro svolto a terra soprattutto durante la stagione invernale.
In sede di esame, la Commissione valuterà anche le capacità di controllo e gestione del cane che non dovrà assolutamente intralciare l’operato del conduttore…

 

487761_4463492588872_468411769_n

Lavoro a terra

Nel lavoro a terra, dapprima insegnato singolarmente e successivamente in collettivo, andremo ad ottenere un controllo, una gestione ed una socialità cospecifica e interspecifica del cane difficilmente riscontrabile in altre discipline cinofile.

Dopo aver visionato e testato il cane si inizierà dapprima con delle lezioni individuali durante le quali viene “impostato” il lavoro sul proprietario e sul cane, per arrivare ad ottenere delle corrette posture ed una corretta individuazione della semiotica (interpretazione dei segnali visivi che intercorrono tra uomo e cane).

Successivamente si lavorerà in collettivo su esercizi come: condotta senza guinzaglio, posture fisse (seduto/terra) anche con padrone nascosto e con elementi di disturbo, recupero e riporto del riportello lanciato oltre un ostacolo, invio in avanti del cane con terra-resta a comando e molto altro ancora.

Il lavoro di socializzazione in collettivo – cioè la corretta gestione di più cani nelle più svariate situazioni – è un’elemento determinante nella corretta educazione cinofila che ci prefiggiamo di insegnare ai nostri allievi.

Per ottenere ciò bisogna, gradualmente, dapprima a terra e successivamente in acqua, educare i nostri amici a quattro zampe a “lavorare” a stretto contatto con altri soggetti anche i luoghi particolari dove la corretta convivenza risulterà situazione obbligatoria (abitacoli di elicotteri, motovedette ecc).

Una volta che la nostra Unità Cinofilà avrà raggiunto un buon grado di coesione ed affiatamento, inizieremo gradualmente ad inserire degli esercizi man mano più complessi quali ad esempio l’attraversamento di passerelle anche basculanti (simili quindi alle passerelle di accesso alle imbarcazioni), tunnel, salti in alto e in lungo, paletti a slalom (per insegnare il comando destra-sinistra) e tutto ciò che la professionalità e la fantasia ci suggerirenno per creare situazioni nuove ma sempre atte alla preparazione mirata delle nostre Unità Cinofile.

 

10569055_432055126934569_8705118129751651718_n

Lavoro in acqua

Il lavoro in acqua verrà affrontato solo dopo aver raggiunto un’ottima capacità di controllo e gestione del cane a terra.
Per i cuccioli e per i cani alla prima esperienza verrà curato con particolare attenzione il primo approccio con l’acqua in modo tale che questo non sia assolutamente traumatico o negativo per il cane.

 

 1080_168695013270583_433149840_n

Brevetto di salvataggio

Il Brevetto di Salvataggio è l’elemento finale dell’ottimizzazione dei due lavori sopra citati che vi porterà ad ottenere un grado di coesione e attaccamento con il vostro amico a quattro zampe che sicuramente, e senza tema di smentita, è il più forte del panorama della cinofilia. Nella sezione dedicata troverete tutte le indicazioni sul brevetto e sulle prove necessarie al suo conseguimento, sulle leggi vigenti in materia e sulle autorizzazioni in possesso della Scuola.